LA CHIESA DI SAN MARTINO
A BUTTIGLIERA

fregio
La Cabalesta Arcobaleno bandiera Chi siamo
Arcobaleno Il nostro territorio Arcobaleno Ricettività
e servizi
Arcobaleno Prodotti e produttori Arcobaleno Appuntamenti
Arcobaleno Galleria di immagini Arcobaleno Biblioteca di documentazione
Arcobaleno Come contattarci Arcobaleno
san martino

La chiesa di San Martino nacque come parrocchiale del borgo di Mercuriolo. Dopo la scomparsa del villaggio contadino, e il trasferimento della popolazione entro le mura del nuovo comune, nella zona si sviluppò il cimitero, e la chiesa fu adibita alla nuova funzione. L'edificio nel complesso ha subito diverse traversie nel corso dei secoli. La costruzione è a singola aula rettangolare, con abside semicircolare. La facciata è stata interamente rifatta nell’800. All’interno vi sono tracce di affreschi quattrocenteschi.

Torna su  arcobaleno ← Torna alla pagina sul Romanico astigiano
abside

L'abside è in laterizio, con due grossi contrafforti rettangolari; ai due lati si aprono due piccole monofore con stipiti in mattoni e voltino in pietra.

Torna su  arcobaleno ← Torna alla pagina sul Romanico astigiano
graffiti

Ciò che rende particolarmente interessante quest'edificio è la presenza, sulla fiancata est, sull’abside e su parte della fiancata ovest, di graffiti, incisi fra l’inizio del XVI secolo e la metà del XIX, con iscrizioni, per lo più a carattere funerario, ma anche con notizie su vicende che interessarono la comunità buttiglierese. Poche iscrizioni si trovano su elementi in pietra: CLERICUS FRAN(CISCUS) DURANDUS 5 · O(CTOBRIS) 1779 (Chierico Francesco Durando 5 ottobre 1779), oppure HIC IACENT SEPVLTI SACERDOTES DEI (qui giacciono sepolti i sacerdoti di Dio). Per lo più esse si trovano su mattoni. Comprendono solitamente nome, cognome del defunto e data della morte: PASTA MORTUS EST LAURENTIUS DIE 18 7bris 1781 (Lorenzo pasta è morto il giorno 18 settembre 1781); oppure altre notizie: TEMPESTAVIT (ha grandinato). L'indicazione GIUSEPPE BOSO UCISO DA SE STESO 1819 è eccezionale, perché le circostanze della morte evidentemente non hanno impedito la sepoltura religiosa.

graffiti
Torna su  arcobaleno ← Torna alla pagina sul Romanico astigiano
la Cabalesta: Colline dell’arcobaleno arcobaleno Collines de l’arc-en ciel - Hills of the rainbow - Hügel des Regensbogens