Comunità Collinare Alto Astigiano

fregio
La Cabalesta Arcobaleno bandiera Chi siamo
drapeau Qui sommes nous
flag Who we are
Flagge Wer wir sind
flag 关于我们 Arcobaleno Il nostro territorio Arcobaleno Ricettività
e servizi
Arcobaleno Prodotti e produttori Arcobaleno Appuntamenti
Arcobaleno Chiese, Cantine, Castelli e Cascine
Arcobaleno Galleria di immagini Arcobaleno Biblioteca di documentazione
Arcobaleno Come contattarci Arcobaleno
canestro d'uva

L’Unione dei Comuni denominata Comunità Collinare Alto Astigiano nasce per iniziativa di alcuni Comuni limitrofi situati nella zona nord ovest della provincia di Asti. L’intento è quello di unirsi in un Ente sovracomunale per la gestione associata di alcuni servizi da parte di realtà comunali di piccole o piccolissime dimensioni, sfruttando economie di scala e comunanza di risorse.

Benché l’istituto dell’Unione di Comuni sia già previsto nella legge 142/90, è solo con la legge 265 che tale forma associativa trova piena rispondenza alle esigenze dei singoli Comuni, abolendo la precedente prescrizione normativa che imponeva, entro i dieci anni successivi alla creazione dell’Unione, la fusione tra gli Enti Comunali interessati.

Tali prescrizioni normative vengono poi riassunte e armonizzate nel Testo Unico degli Enti Locali, ma è solo con l’emanazione della Legge Regionale 16/00 che le Unioni di Comuni entrano a pieno titolo nella mentalità e nei programmi degli Amministratori comunali.

Tale Legge, infatti, con l’intento di incentivare l’associazionismo tra Comuni e con lo spirito di considerare come oggettivo svantaggio l’ubicazione in aree collinari (in similitudine con quanto già previsto per le Comunità Montane), prevede sostegno anche economico per quei Comuni che perseguono l’associazione tra Enti, al fine di fronteggiare la carenza nei servizi derivante dalle loro ridotte dimensioni demografiche.

Torna su  arcobaleno ← Torna alla pagina Le Comunità Collinari e le Unioni di Comuni
logo

La Comunità Collinare Alto Astigiano, fondata con atto costitutivo del 20 ottobre 2000, raggruppa 12 Comuni situati all’estremo nord-ovest della provincia di Asti e un Comune della Provincia di Torino.

Documento fondamentale per la nascita e il funzionamento della Comunità Collinare è lo Statuto, approvato da ciascun Consiglio Comunale, in cui sono elencati gli elementi costitutivi e i principi fondamentali (finalità, sede...), gli Organi dell’Unione (il Consiglio della Comunità, il Presidente...) e l’ordinamento amministrativo e l’organizzazione dell’Unione (i principi di gestione, il personale...).

La Comunità Collinare “...costituita per libera adesione dei Comuni partecipanti.. per l’esercizio associato delle funzioni e la Gestione associata dei servizi pubblici ..al fine di migliorare la qualità dei servizi erogati, di favorire il superamento dei limiti e degli squilibri economico-sociali, ottimizzare le risorse economico-finanziarie, umane e strumentali....” avrà vita dura se non riuscirà a diffondere una cultura dell’associazionismo tra Comuni, non solo e non tanto tra gli Amministratori Pubblici, oggi sempre più convinti che questa sia la sola strada percorribile, ma in particolar modo tra i cittadini, al di là dei Campanili e delle divisioni, che portano un po’ di “colore” alla vita nei piccoli paesi ma sicuramente non portano quell’efficienza amministrativa di cui abbiamo bisogno.

Torna su  arcobaleno ← Torna alla pagina Le Comunità Collinari e le Unioni di Comuni

Comuni aderenti alla Comunità Collinare Alto Astigiano

Scarica la mappa in formato PDF (144KB) →

Torna su  arcobaleno ← Torna alla pagina Le Comunità Collinari e le Unioni di Comuni

Unione di Comuni Comunità Collinare Alto Astigiano
c/o Comune di Castelnuovo don Bosco
Presidente Giovanni Barberis Sindaco del Comune di Capriglio
Via Roma 8 14022 Castelnuovo don Bosco
tel/fax 011.9927772 / tel 011.9927777
www.altoastigiano.it

Torna su  arcobaleno ← Torna alla pagina Le Comunità Collinari e le Unioni di Comuni
la Cabalesta: Colline dell’arcobaleno arcobaleno Collines de l’arc-en ciel - Hills of the rainbow - Hügel des Regensbogens